Antonio

Ero stanco e andai a riposare di pomeriggio, e sprofondai in un sonno profondo così profondo che poi iniziai a sognare. Ad un tratto sognai che volavo e vedevo dall'alto giù la terra, e mentre volavo vidi un gruppetto di persone e allora iniziai a scendere giù verso la terra verso quel gruppo di persone ma in realtà poi li focalizzai bene una volta avvicintomi ed erano ragazzini tra cui vidi un ragazzino che ero io in quel medesimo istante fui trascinato su attraverso un cunicolo, un vortice, non so come descriverlo, di immensi colori, nelle pareti di questo vortice, siccome ero tirato su ad una velocità indescrivibile, io vedevo queste luci colorate tantissime. Cosa sarà stato un istante che io sono stato tirato su una velocità pazzesca! E d'improvviso ci fu la sosta del mio essere, in modo non brusco, in un punto che non saprei descrivere,  ma era come un confine, in cui ero consapevolezza, beatitudine assoluta e gioia, non di questo mondo una gioia unica e una calma e serenità Gioiosa e di pace che non poteva essere smossa da nessuna cosa. Rimasi in quel punto o chiamiamolo confine, in quello stato senza aver udito nulla che ben ricordo, ma ho provato lo stato della pienezza della pace e serenità e della beatitudine. Dopo, non so il tempo, non saprei quantificarlo ma dopo d'improvviso tornai giù alla stessa velocità di come fui tirato su ma con un enorme sofferenza, una sofferenza atroce e d'improvviso tornai nel mio sogno, dopo poco mi svegliai di soprassalto.

Info

NDE Italia vuole essere una risorsa in Italiano su un argomento molto discusso e diffuso nel resto del moldo

Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.