Anonima

Ho sempre avuto avvenimenti particolari nella mia vita, come svegliarmi nella stanza senza corpo e andarmene in giro per casa o in altri mondi (volando, oppure teletrasportandomi con il pensiero).
In queste "sortite" c'erano anche altre entità, spesso predatorie, al punto da costringermi a fuggire di nuovo nel corpo, terrorizzata.

Dopo anni in cui mi sono aggrappata alla pura razionalità o al totale scetticismo, ho dovuto impegnarmi in un percorso personale interiore, per dare un senso a tutto questo.

Il momento che ha cambiato tutto, è stato quando, così confusa e oppressa da tutte queste cose a cui non riuscivo a dare una spiegazione (avevo anche visioni di altre vite, captavo pensieri di persone o di entità invisibili), mi sono chiusa in camera e mi sono concentrata su me stessa superando ogni paura. 
Ho imposto tutta la mia volontà in una sola domanda, rivolta alla parte più profonda di me: "Fammi vedere che cosa succede".

Improvvisamente ho visto la realtà squarciarsi in una lama di luce, (ero sveglissima) come se il velo fosse caduto e potessi vedere il mondo come costituito da pura energia.
Rimasi imprietrita e impaurita, al punto da non parlarne con nessuno. 
Quella stessa notte, dopo essermi addormentata, mi ritrovai a galleggiare sopra quella che potrei definire come una rete luminosa. Mi immersi in quella "rete", fino a fondermi con essa in un unico istante senza tempo.

Una mole di informazioni enorme mi pervase e io conobbi TUTTO. Tutti gli eventi connessi fra loro, di ogni tempo, li vidi nei minimi dettagli.
Un'esperienza incredibile, io ero quella rete ed ero in tutti gli eventi nello stesso momento, ma non solo di questa vita, ma di tutte le vite. 
Non c'era alcuna distinzione, Uno in tutti, tutti in Uno.
Questi eventi, tutti i dettagli, le azioni, tutto mi appariva interconnesso e quindi variabile. 
La rete, infatti, si rimodulava continuamente rispetto ai cambiamenti che avvenivano in essa.  Io stessa so di essere intervenuta almeno in due eventi futuri e in un evento nel passato. 
Al risveglio non ho portato nella memoria attiva del cervello tutte le informazioni, ma sentivo che erano (che sono) ancora in me, da qualche parte nell'inconscio.

Molti dicono di provare gioia o amore... Io non ho sentito nulla di tutto questo. Io ho pensato solo "questa è perfezione", "tutto è incredibilmente perfetto".

Info

NDE Italia vuole essere una risorsa in Italiano su un argomento molto discusso e diffuso nel resto del moldo

Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.